La Regione Veneto ha stanziato 10 milioni di euro per la formazione continua del personale aziendale (lavoratori dipendenti, titolari d’impresa, liberi professionisti e lavoratori autonomi con esclusione dei soli settori pesca, sanità e lavoratori soggetti pubblici o di associazioni) attraverso la presentazione di progetti che, dal momento della loro approvazione, potranno svolgersi entro un arco temporale di 12 mesi.

E’ questa la principale misura che la Regione Veneto mette a disposizione delle imprese per il periodo 2019-2020 ed è pertanto un’occasione imperdibile per le imprese che intendano investire in uno o più ambiti previsti dal bando:

Lean management: implementare la gestione snella processi fisici e informativi nelle diverse aree aziendali (lean manufacturing, lean sales, lean supply, supply chain..), in un’ottica di miglioramento continuo
Tecnologie 4.0 e trasformazione digitale: Introduzione di nuove tecnologie digitali (Big data, internet of things, intelligenza artificiale, stampa 3D, cloud e cyber security )
Internazionalizzazione e innovazione aziendale: sviluppo di competenze specialistiche quali gestione e controllo, marketing strategico, lingue, aspetti doganali e fiscali
Competenze trasversali e lavori ibridi: sviluppare le soft skills (competenze comportamentali e relazionali) a tutti i livelli con particolare attenzione alle competenze de lavori ibridi che combinano abilità tecniche e gestionali a competenze digitali
Economia circolare: transizione dal modello lineare di economia a quello circolare attraverso un nuovo approccio in particolare della funzione progettazione e produzione

La formazione potrà svolgersi direttamente in azienda, in orario di lavoro, anche attraverso l’utilizzo di metodologie didattiche innovative quali:

– Formazione outdoor /esperienziale (minimo 16 ore)
– Olimpiadi aziendali
– Visite di studio in realtà di eccellenza
– Coaching individuale
– Consulenza
– Action research: realizzazione di un piano di intervento redatto da un esperto
– Incentivi all’assunzione di temporary manager per accelerare il cambiamento (contributo massimo al 50% della spesa e fino a un massimo di 40.000 euro):
– Temporary Strategic Marketing Manager
– Temporary Controller
– Temporary Sustainability
– Temporary Innovation Manager
– Temporary Fractional Manager (part time manager)

Il regime di aiuto di stato è il regime De Minimis ex Reg. 1407/2013
I progetti potranno essere presentati entro due scadenze: 16 settembre e 15 ottobre.

Al fine di attivare la necessaria progettazione le aziende interessate sono invitate a compilare la scheda allegata entro il 9 agosto per la prima scadenza ed entro il 9 settembre per la seconda scadenza.

Lasciati ispirare nella scelta dei percorsi formativi…scarica la brochure!

PER ULTERIORI INFORMAZIONI:
SEDE di Venezia: Mariana Trofin: Tel. 041-5499226 m.trofin@puntoconfindustria.it
SEDE di Rovigo: Teresa Bonfante: Tel. 0425-202216 int. 4216 t.bonfante@puntoconfindustria.it
Responsabile: Paola Roberta Mainardi: Tel. 041-5499137 p.mainardi@puntoconfindustria.it